La manutenzione di serbatoi e delle cisterne per il deposito di carburante

La manutenzione di serbatoi e delle cisterne per il deposito di carburante agricolo

 

La manutenzione di serbatoi e delle cisterne per il deposito di carburante agricolo, viene spesso ignorata anche se le leggi e le norme in merito sono molto severe e spigano approfonditamente l’importanza di questa pratica agricola e come deve essere effettuata per non generare danni ambientali.

Il presente articolo, del nostro blog non si soffermerà sui danni ambientali generati dai carburanti, ma sui danni che le nuove tipologie di carburanti generano ai motori dei mezzi agricoli e non solo.

Il fattore critico riguarda le sostanze che compongono il carburante che con il passare del tempo sedimentano sul fondo della cisterna e producono residui  organici che danneggiano le macchine agricole accelerando il processo di usura della macchia e dei sui componenti.

Ecco alcuni delle principali anomali che manifestano i mezzi causati da carburante sporco e/o causati anche dal carburante “moderno” seppur pulito.

Nel caso di gasolio sporco infatti la trattrice avrà dei comportamenti strani. Se i sintomi che ora andrò ad indicare sopraggiungono dopo che avete fatto rifornimento vi dovete preoccupare che sia proprio il carburante la causa del malfunzionamento. Uno dei primi sintomi riscontrabili è la perdita di potenza e grinta della trattrice. Il gasolio sporco o annacquato ha infatti meno efficienza rispetto a quello regolare. Compromette così il corretto funzionamento di tutte le parti del motore facendolo risultare pigro e poco potente. Un altro sintomo è la macchina che borbotta e va a scatti durante l’accelerazione; la difficoltà della macchina ad accendersi da fredda.Spesso, soprattutto, nel caso delle automobili diverse segnalazioni della spia “motore in avaria” sono causate da acqua nel serbatoio o sedimenti e residui del carburante.

A seconda delle situazioni i danni possono essere diversi. Ovviamente le parti più colpite sono quelle che riguardano il sistema di iniezione e il motore stesso. In molti casi si può risolvere solo con la sostituzione dei vari filtri che una trattrice possiede come quello del carburante. In altri casi invece si dovrà far sostituire gli iniettori poiché risulteranno corrosi e arrugginiti. Anche la pompa del carburante può subire dei danni. In ulteriori casi si dovrà effettuare la pulizia del serbatoio. Si consiglia di arrestare subito il veicolo nel caso in cui si pensa di aver fatto un pieno di carburante poco pulito. Ciò eviterà che il vostro veicolo subisca danni maggiori.

UN PO’ DI DATI

 

Da un’indagine risulta che il 15% dei distributori erogano carburante in maniera non conforme. Mettono quindi in vendita dei prodotti non sicuri per i vostri mezzi. Come sappiamo il gasolio, così come la benzina, deriva dalla raffinazione del petrolio. Può capitare che determinate partite di gasolio non vengano raffinate come dovrebbero. Così i distributori di carburante decidono di allungarlo in modo tale da evitare di buttarlo via e aumentare anche i guadagni. Tuttavia può anche capitare che a causa di imperizia dei gestori dei distributori il gasolio si sporchi. Solitamente i carburanti si mantengono in delle cisterne che sono poste sotto il suolo del luogo di rifornimento, nonostante ciò lo scambio termico che genera l’alternanza del giorno e della notte e il susseguirsi delle stagioni produce condensa e quindi acqua all’interno della cisterna/serbatoio.

Il problema del carburante sporco non riguarda solo i piccoli depositi ma anche la grande produzione cioè le pompe dei carburanti quindi potreste aver già comprato del carburante agricolo sporco dal gestore, compromettendo il vostro lavoro e i costi per la manutenzione e pulizia delle botti del carburante.

 

A TUTTO C’E’ RIMEDIO

 

Particolarmente efficaci si stanno rivelando i prodotti (aditivi Wynn’s) azienda leader nel settore della produzione dei aditivi per carburanti. Potrai scoprirli all’interno del sito web www.ferronemacchine.it