Entomologia

Gli artropodi

 

Il phylum degli artropodi comprende più del 75% delle specie animali che vivono sulla Terra. E’ formato da cinque classi:

  1. I crostacei
  2. gli aracnidi
  3. i chilopodi
  4. i diplopodi
  5. gli insetti

Gli artropodi

Gli artropodi hanno avuto un grande successo evolutivo:

infatti gli animali appartenenti a questo phylum si trovano in ogni angolo della Terra, sopravvivono in condizioni ambientali anche molto differenti tra loro e sono in grado di sfruttare le risorse più diverse.

Questa loro adattabilità è dovuta ad alcune caratteristiche peculiari: l’organizzazione del corpo e la notevole velocità di riproduzione di cui sono capaci hanno permesso agli artropodi di vivere in ambienti molto diversi.

L’organizzazione del corpo degli artropodi

Gli artropodi

La metameria: il corpo degli artropodi ha un’organizzazione metamerica, cioè è suddiviso in segmenti.

Questa caratteristica è stata ereditata dagli anellidi anche se negli artropodi i segmenti che costituiscono il corpo non sono tutti uguali e molti di loro si sono fusi per formare regioni del corpo specializzate, come il capo e il torace.

In quasi tutti gli artropodi la metameria e comunque riconoscibile in almeno una parte del corpo: la coda per i gamberi, l’addome per le api.

L’esoscheletro: Il corpo ( il termine artropodi significa “arti articolati” ) e rivestito da un robusto esoscheletro , cioè da uno scheletro esterno, che è formato da una sostanza chitina.

Esso non è formato da un corpo unico, ma da diversi segmenti: tra un segmento e l’altro la chitina si assottiglia e forma delle giunture flessibili.

Anche nelle varie appendici del corpo come gli arti i diversi pezzi dell’esoscheletro sono articolati in modo tale da permettere  il movimento.

Negli artropodi la presenza dell’esoscheletro rigido costituisce tuttavia una limitazione all’accrescimento continuo delle dimensioni del corpo: per questo durante le diverse fasi di crescita deve essere periodicamente cambiato, attraverso il processo della muta.

Le appendici specializzate: Tutti essi sono dotati di diverse appendici specializzate, che possono assumere le forme più diverse grazie alle capacità plastiche della chitina.

La presenza delle appendici specializzate ha comportato la differenziazione della muscolatura: differenti muscoli posti a cavallo delle giunture, grazie alla loro contrazione, consentono i movimenti.

Gli artropodi

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RADIO NEWS 24 - ONAIR PODCAST VIDEO - CONSULENTE AGRARIO

RADIO NEWS 24 - ONAIR PODCAST VIDEO - CONSULENTE AGRARIO