IL MARKETING ANALITICO

IL MARKETING ANALITICO

Il Marketing analitico è finalizzato a individuare le preferenze del consumatore finale (analisi della domanda) e a mettere in luce le caratteristiche competitive del settore in cui l’impresa opera (analisi dell’offerta o della concorrenza).

Prima di posizionare un prodotto sul mercato è necessario capire quali siano le esigenze il consumatore finale, se esistono già altri prodotti simili e com’è strutturato il settore dove l’impresa desidera operare.

Nell’ambito del marketing analitico si svolgono quindi si analisi sulla domanda sia l’analisi dell’offerta, basandosi sulla segmentazione del mercato.

IL MARKETING ANALITICO

Analisi della domanda

L’analisi della domanda comprende lo studio dell’andamento dei comuni dei consumi pro capite, l’analisi delle caratteristiche socio-demografiche, analisi delle caratteristiche territoriali e geografica, la stima della domanda potenziale.

Analisi dell’offerta

Analisi dell’offerta si riferisce al mercato dove l’impresa si inserisce con il suo prodotto. Prima di lanciare un prodotto sul mercato è necessario, Non solo studiare esigenze della domanda, ma anche sapere se il settore scelto sarà redditizio, Cioè se l’impresa trarrà profitto dall’investimento in quel particolare settore.

L’analisi dell’offerta comprende: lo studio dell’andamento della produzione; l’analisi delle caratteristiche dei prodotti concorrenti; Lo studio dei flussi di importazioni ed esportazioni e analisi del grado di concentrazione del settore.

 

  • L’andamento della produzione

Si studia come varia il valore della produzione del settore in un determinato arco temporale. Quanto il valore della produzione assumerà valori bassi tanto più il settore sarà caratterizzato da poche imprese produttrici, costituendo quindi una nicchia di mercato. Inoltre un valore della produzione in aumento è indice di un settore in espansione, dove l’impresa avrà margine di sviluppo.

  • Caratteristiche dei prodotti concorrenti

L’analisi delle caratteristiche dei prodotti concorrenti è importante perché l’impresa deve cercare di evitare di mettere sul mercato un prodotto già esistente o uno molto simile ad un ad un altro.

In particolare, devi cercare di fornire anche una sola caratteristica peculiare ed esclusiva del suo prodotto che sia riconosciuta e apprezzata dal consumatore, in modo che acquisti tale prodotto invece di quello dei concorrenti. È utile studia il prezzo dei prodotti concorrenti per scegliere il giusto posizionamento.

Spesso la strategia di marketing si basa sul posizionamento di prezzo si può attirare il consumatore con un prodotto diverso dei consumatori con caratteristica qualitative uniche che però giustificano il prezzo più alto oppure si posso fornire un prodotto molto simile a quelli dei concorrenti ma praticare un prezzo più basso in modo che il consumatore in base alla convenienza economica.

  • Lo studio dei flussi di importazioni ed esportazioni

    È utile per capire in quali settori esse sono sviluppate e quindi per stabilire se l’impresa avrà la possibilità di esportare il proprio prodotto all’estero oppure, nel caso di settore con un forte tasso di importazioni dovrà competere con concorrenti stranieri. 

    L’analisi del grado di concentrazione nel settore permette di sapere sei in un settore operano tante imprese.

    Un settore si dice concentrato quando una quota rilevante delle attività economiche del settore stesso è posseduta da una parte ridotta del complesso di imprese operanti in esso. Se in un settore operano poche imprese, esse saranno una quota di mercato piuttosto alta, dato che la quota di mercato totale suddivisa tra pochi; in questo caso settore si dice concentrato.

    Un settore con tante imprese, la quota di mercato sarà suddivisa fra molti e il settore sarà quindi poco concentrato. In un settore concentrato le imprese esercitano un potere di mercato maggiore.

     

    Dal punto di vista del marketing è utile conoscere il grado di concentrazione nel settore per sviluppare la migliore strategia di posizionamento del prodotto sul mercato nei confronti dei concorrenti.

    Uno degli obbiettivi infatti, quello di aumentare la propria quota di mercato rispetto ai competitori.

IL MARKETING STRATEGICO

Costituisce la realizzazione e la messa in atto della vera e propria strategia di marketing basandosi sulla analisi dei bisogni dei consumatori. È la fase operativa e attuativa del processo di marketing.

Individuato i segmenti di mercato più attrattivi, accessibili e dinamici, viene scelta la strategia per sfruttare al meglio le opportunità di mercato, soddisfacendo le esigenze del consumatore e permettendo all’impresa di crescere e di raggiungere e mantenere un vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti.

Le variabili che un’impresa deve controllare nell’attuazione della sua strategia sono racchiuse sotto il nome di marketing mix e sono note come “4P” e sono le seguenti.

 

PRODUCT

ovvero il bene o servizio che viene posizionato dall’impresa sul mercato al fine di soddisfare le esigenze dei consumatori.

A questo livello vengono prese tutte le decisioni relative alle caratteristiche intrinseche ed estrinseche del prodotto.

PRICE

è il corrispettivo monetario che il consumatore è disposto a pagare per avere un determinato prodotto. Ed è  deciso la strategie di prezzo dell’impresa.

PLACE

 ovvero la distribuzione del prodotto attraverso la rete di vendita per renderlo disponibile al consumatore finale.

A questo livello vengono gestiti i canali distributivi, gli intermediari, i magazzini, logistica del trasporto.

PROMOTION

ovvero il complesso di attività finalizzate a far conoscere il prodotto , a comunicare il valore e a renderlo apprezzabile a giochi del consumatore.

All’attività comprende la pubblicità, le pubbliche relazioni, le esportazioni, le sponsorizzazioni.

 

 

Categories:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RADIO NEWS 24 - ONAIR PODCAST VIDEO - CONSULENTE AGRARIO

RADIO NEWS 24 - ONAIR PODCAST VIDEO - CONSULENTE AGRARIO